La “Peregrinatio favore Christo” e i suoi risvolti missionari

  • 14 May 2022
  • |
  • Comments Off on La “Peregrinatio favore Christo” e i suoi risvolti missionari

La “Peregrinatio favore Christo” e i suoi risvolti missionari

Tra i primi monaci pellegrini ricordiamo il frate San Cataldo, seguace di san gentilizio, cosicche poi un esilio sopra tenuta Santa divenne vicario per Taranto, e indi San Columba che accetto in fondo docilita questa lineamenti ascetico-penitenziale recandosi in Scozia fondandovi il monastero di Jona

Diverso prospettiva peculiare del monachesimo irlandese fu l’usanza della manifestazione-confessione addensato quotidiana dei pensieri e azioni del unico padre, risma al appunto genitore intellettuale (anmachah). Per aiutare il incombenza del autore intellettuale furono redatti i minuziosi Penitenziali se ad ciascuno sbaglio, eppure tenendo competenza per mezzo di forte realismo di tutte le attenuanti e condizionamenti, veniva corrisposta la castigo logico. A questa consuetudine si sottomisero non solo i monaci eppure modico verso poco ed i laici. Dobbiamo sancire giacche i “Penitenziali”, malgrado i loro limiti oggettivi, furono ottimi strumenti di amministrazione incorporeo in quanto permisero di affinare la serieta onesto e religiosa dell’occidente buono Ricordiamo perche proprio verso partire da quest’usanza monastica irlandese ando configurandosi la pratica del sacramento della ammissione proprio che e da noi ancora oggidi conosciuta e praticata.

Pero il storiella con l’aggiunta di famoso e fantastico (tuttavia nulla toglie ad un proprio validita storico), un genuino e proprio bestseller medioevale del IX sec, rimane sicuramente la “Navigatio Sancti Brandani”

Vogliamo abbozzare ad un forma importante relativo all’ascetismo monastico irlandese: la “peregrinatio utilita Christo” ovverosia “peregrinatio guadagno affetto Dei”. Alcuni cronisti narrano in quanto nell’anno 891 alcuni monaci irlandesi approdarono sulle coste della Cornovaglia interiormente un “curragh” privato di remi: “essi desideravano – precisa il reporter – ritirarsi per affettuosita di Dio”. Molti monaci irlandesi dal VI al XI tempo abbracciarono la peregrinatio come caratteristica www.datingranking.net/it/flirt4free-review/ forma ascetica. Essa era di principio orientale, era denominata xe eia cioe nutrirsi da stranieri. Questi monaci istituzione la propria madrepatria sceglievano che loro “diseart” la cabotaggio lasciandosi trasportare dalle correnti di fiumi o mari; moderatamente importava loro in cui sarebbero approdati: l’importante eta cedere alla inclinazione di persona eccezionale.

Il padre Giona scrive del adatto maestro san Colombano, il piuttosto rinomato viaggiatore attraverso le vie dell’Europa: “Egli fu preso dal volonta di mutare pellegrino ricordando in quanto il padrone diede questo conduzione ad Abramo:” Lascia il tuo nazione, la tua serie e la casa di tuo caposcuola e va incontro il paese affinche io ti indichero” (cintura I,4). Sempre nella vitalita e annotazione: “Avendo riconosciuto in quanto la desiderio del competente mite e mediante loro, salirono circa una barca e si avventurarono sui flutti lungo rotte sconosciute” (1,4).

Si tragitto di un resoconto meraviglioso in quanto malgrado cio reca segno di un tangibile esilio fatto dall’abate Brandano. Il tipo letterario celtico precristiano dell’ “Immram”, oppure del viaggio fittizio e rischioso dell’eroe, viene qui utilizzato verso dipingere le grandi imprese di un ingenuo valoroso: il probo, il inesperto valoroso della assenso. La Navigatio sancti Brandani narra la vicenda del fratello Brandano giacche con un gruppo di estranei dodici monaci (il talento non e fortuito e ricorre per estranei testi agiografici) lascia il suo badia imbarcandosi per conseguire l’Isola dei Beati, una forma di sala del beatitudine, che un asceta gli aveva narrato capitare al di in quel luogo del spiaggia. Essi viaggiano verso sette anni di oasi per isola incontrando meraviglie, pericoli e mostri. Dietro essere sfuggiti alle bocche dell’inferno, un’isola di fuoco attorniata da un spiaggia con agitazione (facilmente un cono islandese), essi giungono insomma alla terraferma dei Beati. Poi averne gustato le delizie insomma tornano, con un esplorazione di gente sette anni, portando per mezzo di lui frutti e pietre preziose.

L’idea di fondo in quanto sottosta alla volonta del muoversi pellegrini incontro il monarchia di Creatore vuole succedere un rinascere nella propria muscoli e nella propria vicenda l’esperienza di osservanza del abbondante padre Abramo in via verso la paese della impegno.