Risk Mitigation Strategies: EIOPA’s Guidelines

  • Posted By
  • |
  • 30 July 2021
  • |
  • Comments Off on Risk Mitigation Strategies: EIOPA’s Guidelines
Risk Mitigation Strategies: EIOPA’s Guidelines

By letter to the market of 28 July 2021, IVASS has fully acknowledged the content of the EIOPA Opinion on risk mitigation strategies.

In fact, a study carried out by the European Insurance and Occupational Pensions Authority has shown that – since the entry into force of Solvency II – European insurers have increasingly resorted to such techniques, but that they are difficult to assess with respect to the actual ability to transfer risk.

The results of this study were reported in the Opinion published by EIOPA on 12 July last, in which the Authority highlighted:

  • Solvency II’s focus on the correct use of such mitigation techniques
  • The need for insurance companies to ensure consistency between the reduction of the capital requirement and the effective transfer of the risk arising from the use of these techniques
  • The need for a dialogue between supervisors and insurance companies on the correct use of such mitigation techniques, especially those related to the various types of reinsurance activities.

With particular reference to the reinsurance technique, EIOPA recognises its effectiveness in terms of risk management according to the strategy and capacity of the company. However, the Authority underlines the importance of guaranteeing a fair balance among (i) risk effectively transferred to another subject; (ii) benefits in terms of reduction of the solvency capital requirement; (iii) the need for the interrelation between these elements to be adequately reflected in the ORSA process.

The Opinion also emphasises the central role of the calculation function in conducting accurate analyses of reinsurance agreements and in providing the Board with (i) comprehensive documentation of the checks conducted on mitigation instruments (in particular reinsurance); (ii) timely reports of any agreement that may result in a material deviation of the undertaking’s risk from the assumptions underlying the calculation of the Solvency Capital Requirement (both when using the standard formula and when using internal models).

Moreover, according to these determinations, on the one hand, supervisors will have to verify on an ongoing basis the correct application of risk mitigation techniques; on the other hand, companies will have to provide them with all the documentation and information necessary for an in-depth analysis of these techniques.

These indications are in particular addressed to:

  • Insurance and Reinsurance Companies with registered offices in Italy
  • Latest Parent Companies
  • Insurance and reinsurance companies with registered offices in a non-European Union Member State.

In addition, IVASS has declared that it fully incorporates all the indications contained in the Opinion, cooperating with the Authorities of the other EEA States and with EIOPA to ensure the uniform application of the principles set out by the European Authority.

****

TECNICHE DI MITIGAZIONE DEL RISCHIO: LINEE GUIDA DI EIOPA

Con lettera al mercato del 28 luglio 2021, l’IVASS ha recepito integralmente il contenuto dell’Opinion di EIOPA in materia di tecniche di mitigazione del rischio.

Infatti, da uno studio condotto dall’Autorità Europea delle Assicurazioni e delle Pensioni Aziendali e Professionali, è emerso che gli assicuratori europei dall’entrata in vigore della Solvency II ad oggi ricorrono sempre più spesso a tali tecniche, che si rivelano però di difficile valutazione rispetto all’effettiva capacità di trasferimento del rischio.

Le risultanze di tale studio sono confluite nell’Opinion pubblicata da EIOPA lo scorso 12 luglio, in cui l’Autorità ha evidenziato:

  • L’attenzione della Solvency II al corretto utilizzo di tali tecniche di mitigazione
  • La necessità per le imprese di assicurazione di garantire coerenza tra la riduzione del requisito di capitale e l’effettivo trasferimento del rischio derivante dall’utilizzo di tali tecniche
  • La necessità di un dialogo tra i supervisori e le imprese di assicurazione per un corretto impiego di tali tecniche di mitigazione, soprattutto quelle relative ai vari tipi di riassicurazione

Con particolare riferimento proprio alla tecnica della riassicurazione poi, l’EIOPA ne riconosce l’efficacia in termini di gestione dei rischi in base alla strategia e alla capacità dell’impresa. Tuttavia, l’Autorità ribadisce l’importanza di garantire un giusto equilibrio tra (i) rischio effettivamente trasferito ad altro soggetto; (ii) benefici in termini di riduzione del requisito patrimoniale di solvibilità; (iii) necessità che l’interrelazione tra tali elementi trovi adeguato riscontro nel processo ORSA.

L’Opinion sottolinea altresì il ruolo centrale della funzione attuariale nel condurre analisi precise degli accordi di riassicurazione e nel fornire al Board (i) esaustiva documentazione delle verifiche condotte sugli strumenti di mitigazione (in particolare di riassicurazione); (ii) tempestivi report di qualsiasi accordo da cui possa discendere un sensibile scostamento del rischio dell’impresa dalle ipotesi poste alla base del calcolo del requisito patrimoniale di solvibilità (sia in caso di utilizzo della formula standard che di utilizzo di modelli interni).

Inoltre, in base a tali determinazioni, da un lato, i supervisori dovranno verificare in maniera continuativa la corretta applicazione delle tecniche di mitigazione del rischio; dall’altro, le compagnie dovranno trasmettere loro tutta la documentazione e le informazioni necessarie per un’approfondita analisi di tali tecniche.

Tali indicazioni sono in particolare rivolte a:

  • Imprese di Assicurazione e Riassicurazione con sede legale in Italia
  • Ultime Società Controllanti
  • Rappresentanze per l’Italia di imprese di Assicurazione e Riassicurazione con sede legale in uno Stato terzo rispetto allo Spazio Europeo

Infine, IVASS ha dichiarato di recepire integralmente tutte le indicazioni contenute nell’Opinion, collaborando con le Autorità degli altri Stati SEE e con l’EIOPA per garantire l’uniforme applicazione dei principi enunciati.

For more information on this please contact:
Avv.Giovanna Aucone
Partner
E.: aucone@pglegal.it